You are currently browsing the tag archive for the ‘copia dal vero’ tag.

Oggi in classe abbiamo disegnato e analizzato alcuni oggetti dal vivo.

l’esercizio, che mira come sempre a prendere dimestichezza con proporzioni e rapporti tra le forme, consiste nello studiare la forma dell’oggetto e disegnarla sul foglio avendo a disposizione un tempo piuttosto limitato per analizzarne un aspetto specifico.

vi lascio alcune immagini degli oggetti che avevo portato in classe ma per potere svolgere lìesercizio anche a caso vi consiglio di scegliere alcuni oggetti (di pari difficoltà) e ripetere l’esercizio dal vivo.

ecco l’elenco degli esercizi svolti:

– 1. / 5 min. Disegnate la vista principale dell’oggetto. si tratta di un disegno in proiezione ortogonale, state attenti alle proporzioni tra le parti, alle inclinazioni delle linee e a scegliere la vista più rappresentativa (può essere la vista frontale, orizzontale o laterale a seconda del tipo di oggetto).

– 2. / 5 min. Disegnate la vista principale di un secondo oggetto (sempre in proiezione)

– 3. / 5 min. Disegnate la vista principale di un terzo oggetto

– 4. / 10 min. Scegliete uno degli oggetti disegnati in precedenza e disegnate una seconda vista e cercate di mettere delle quote di massima (a occhio senza usare righelli o strumenti di misura)

– 5. / 5 min. Aiutandovi con un righello o un metro studiate le misure reali dell’oggetto e confrontatele con quanto avevate scritto e disegnato (magari scrivendole su una stessa tavola in un colore differente o ridisegnandola)

– 3. / 15 min. Disegnate due viste di un nuovo oggetto. ombreggiatene con il chiaroscuro una delle due.

– 6. /12 min. Disegnate un dettaglio del funzionamento di uno dei vostri oggetti (può essere un movimento, una finitura particolare un’apertura….). Usate il chiaroscuro se necessario.

– 7. /15 min. Scegliete un oggetto e cercate di disegnarlo tridimensionalmente (prospettiva o assonometria). Usate il chiaroscuro per rendere più chiara la forma

– 8. / 15 min. Immaginate di doverne costruire in un modello, il più preciso possibile, dell’oggetto che avete davanti e di avere a disposizione solo 15 minuti per studiarlo e prendere appunti (viste, dimensioni, sezioni dettagli). provate ad analizzarne la forma disegnando quante più informazioni possibili per poterlo ricostruire.

21 novembre

Per svolgere gli esercizi di questa lezione sarà necessario usare un po’ di matite di diverse durezze (almeno un 2h, hb, 2b e magari anche un 4b o anche più morbida). Può essere molto utile anche avere una gomma pane e utilizzare un cartoncino un po’ più spesso della solita carta da stampante (cercando di ottenere grigi scuri e neri le sovrapposizioni di tratti saranno numerosi e il foglio leggero rischia di ondularsi molto). Per disegnare i rettangoli che coloreremo saranno necessarie le squadre.

Qui potete scaricare la scheda esercizi. per il secondo esercizio scegliete una immagine da copiare da questo file.

Il primo esercizio è sulle campiture (cioè nel colorare in modo omogeneo degli spazi dati). ci servirà per i prossimi esercizi sul chiaroscuro vero e proprio. Nella prima tavola cominceremo a capire come rendere e modulare i valori di grigio tra il bianco e il nero (o il grigio più scuro che riusciamo ad ottenere).Ci eserciteremo a realizzare 3 diverse scale di grigio. 1- la prima scala colorando, il più omogeneamente possibile, 5 rettangoli/quadrati separati da uno spazietto bianco cercando di concentrarci a realizzare grigi intermedi di valore tonale equidistante. 2- la seconda scala sarà un lungo rettangolo in cui cercherete di sfumare la campitura nel modo più omogeneo possibile dal bianco al nero. 3- L’ultima scala è da realizzare in 8 passaggi lasciando che i contorni dei rettangoli si tocchino.  la tavola da realizzare più o meno si dovrà presentare così :

la tavola si presenterà più o meno così...

Il secondo esercizio consiste nel copiare una immagine data cercando di rendere nel modo più fedele possibile i grigi. Ad ognuno di voi sarà assegnata una porzione di immagine da copiare, se riusciremo ad essere abbastanza precisi unendo le immagini si formerà una immagine in chiaroscuro più grande che fotograferemo durante la prossima lezione.

Archivi